Per ricevere ulteriori informazioni vi preghiamo di compilare il modulo qui sotto oppure di scrivere direttamente a info@ecocasavacanze.it.

*I campi indicati con l'asterisco sono obbligatori.



HOME PAGE>COSE DA VEDERE IN SICILIA>TRAPANI>CHIESA SAN DOMENICO

Chiesa San Domenico Castelvetrano

Chiesa San Domenico

«La chiesa di San Domenico di Castelvetrano è la più alta espressione del manierismo siciliano, è la Sistina di Roma all’ennesima potenza e l’albero di Jesse è il più straordinario esempio di arte che abbiamo». L’architetto Gaspare Bianco, responsabile dell’Unità operativa Demanio e Fec della Sovrintendenza di Trapani, ha descritto così ieri la chiesa di S. Domenico nel corso di una conferenza stampa, organizzata da Legambiente, che si è tenuta al Liceo Classico «Pantaleo», guidato dal preside Francesco Fiordaliso, per informare dell’avvio dei lavori di restauro del monumento artistico e religioso più prezioso della città. L’intervento conservativo è stato finanziato per 1.133.795,69 euro con somme del Por 2000/2006. I lavori lo scorso 14 settembre sono stati consegnati alla ditta «Tecnorestauri srl» di Acireale (Catania) che li dovrà completare per il 13 agosto 2011.

«In questo monumento, decorato tra il 1574 e il 1580 dagli stucchi di Antonio Ferraro – ha proseguito l’arch. Bianco – si legge un significato latente o palese in ogni suo punto. Vi è un racconto che inizia dalla cappella del Rosario, che si trova a sinistra, prosegue nella parte centrale in cui S. Domenico è raffigurato mentre annaffia un albero dal quale fuoriescono coroncine e prosegue nella navata a destra, nella Cappella del Crocifisso. Nella navata centrale, alta dieci metri, vi sono statue a sbalzo alte tre metri, mentre nell’arco di trionfo sono sviluppati i temi dell’Antico e del Nuovo Testamento in una maniera simbiotica ed eccezionale ». Entusiasta dei lavori che si andranno a fare si è detto il vescovo Domenico Mogavero.

«Questo è uno scrigno d’arte – ha ribadito il prelato -, è un luogo sacro che fa onore a chi ci ha preceduti per la capacità che hanno avuto di esprimere il bello che noi invece oggi abbiamo smarrito. Ci sono chiese contemporanee brutte che non sollecitano alla preghiera nè alla contemplazione di Dio, cosa alla quale ci invita il bello». La chiesa di San Domenico, retta da don Giuseppe Undari, fu costruita nel 1470, per volere dei Tagliavia, signori di Castelvetrano. Presentava una pianta a navata unica con cappelle laterali. Nella seconda metà del XVI secolo divenne il mausoleo della famiglia Aragona Tagliavia e subì le prime modifiche. Chiusa per anni dopo il sisma del 1968 ha subito danni a causa delle infiltrazioni della pioggia. Negli anni Ottanta vennero eseguiti restauri che permisero di ripararne le coperture e ne consentirono la riapertura parziale per il culto. Da allora l’albero di Jesse, la decorazione in stucco e gli affreschi non sono visibili perchè sorretti da transenne e ponteggi. «Lo stato di degrado in cui versa l’edificio – ha detto Gianfranco Zanna, responsabile Beni culturali Legambiente Sicilia – nel 2005 è stato denunciato anche da Salvavate Sicilia, la campagna di Legambiente.

Abbiamo così avviato un percorso che ha portato all’odierno finanziamento e all’avvio dei lavori di restauro». I ritardi nell’avvio di questi lavori di restauro sono notevoli. È dall’1 novembre 1992 che comitati cittadini spontanei costituiti da intellettuali e non hanno sempre spinto per il recupero del prezioso monumento. «Un sonno della città su questa chiesa non c’è mai stato – ha evidenziato il vicesindaco Francesco Saverio Calcara – Forse chi doveva decidere non si è reso conto dell’importanza che essa aveva per la nostra città e per la Sicilia tutta ». L’affascinante lavoro di restauro potrà essere seguito in diretta attraverso le immagini provenienti da telecamere che saranno installate all’interno della chiesa. La notizia è stata riferita dal sovrintendente di Trapani Giuseppe Gini, mentre l’arch. Bianco ha anticipato che si creerà per la prima volta in Italia una banca dati tridimensionale delle opere d’arte conservate nella chiesa. Il procedimento prevede l’acquisizione delle immagini con un laser scanner mentre un robot con delle frese rigenererà l’opera. All’incontro ieri, tra gli altri, ha preso parte pure Silvio Manzo, direttore del Servizio architettonico della Sovrintendenza.

Mappa interattiva


Strutture nei dintorni
b and b
hotel
residence
Luoghi culturali
biblioteca
museo
universita
Divertimento e relax
parchi divertimento
Trova nei dintorni
discoteche
ristoranti
Svuota markers Reset mappa
Ti potrebbero interessare anche: TRAPANI
Spiagge dello Zingaro
Spiagge dello Zingaro
Le Spiagge dello Zingaro di San Vito lo Capo si trovano incastonate in uno dei paesaggi più suggestivi della Sicilia, nel braccio di terra che chiude ad ovest il Golfo di Castellammare, nella Riserva Naturale omonima che si sviluppa lungo la costa per quasi 7 chilometri, in uno dei poch...
Spiaggia San Vito lo Capo
Spiaggia San Vito lo Capo
La Spiaggia di San Vito lo Capo è racchiusa in una piccola baia compresa tra la splendida Riserva Naturale dello Zingaro e la Riserva del Monte Cofano, a ridosso del Comune da cui prende il nome: rinomata località balneare pittoresca ed immersa in un contesto paesaggistico di grande effe...
Spiaggia Macari
Spiaggia Macari
La Spiaggia Macari di San Vito lo Capo è situata a metà strada tra le splendide Riserve naturali del Monte Cofano e dello Zingaro, nei pressi del piccolo borgo di pescatori omonimo a circa 4 chilometri dal capoluogo comunale. Si tratta di una bella spiaggia dal litorale sabbioso lungo e ...
La Laguna dello Stagnone
La Laguna dello Stagnone
Percorrendo la strada litoranea Trapani Marsala a circa km 20 da Trapani a circa 8 da Marsala, all'altezza del villaggio di S. Leonardo deviando sulla destra verso la Costa, si penetra in uno straordinario paesaggio disteso a livello d'acqua sopito in Una sonnolenza di millenni a luce chiara, tutto so...
Isola di San Pantaleo
Isola di San Pantaleo
L'Isola di San Pantaleo, un tempo nota come Mozia (o anche Mothia, Motya o Motye, Μοτύη in greco antico), è un'isola dello Stagnone di Marsala. Sull'isola era situata l'antica omonima città fenicia. L'isola si trova di fronte alla costa occidentale della Sicilia, ...
Spiaggia Punta Tramontana
Spiaggia Punta Tramontana
La Spiaggia Punta Tramontana di Marsala è situata nella località omonima che costituisce la delimitazione a nord dello stagnone di Marsala, area naturalistica protetta di oltre 20.000 mq.  Nell'area lagunare sono distinguibili due bacini, uno a sud più aperto verso il mare ed...
Cala Minnola di Levanzo
Cala Minnola di Levanzo
La spiaggia Cala Minnola, situata sul versante sud orientale dell'isola di Levanzo, nelle Egadi, è una suggestiva caletta raggiungibile facilmente sia a piedi, con circa 20 minuti di camminata da Cala Dogana, porto di arrivo dell'isola, sia con barca taxi, sempre da Cala Dogana. Non vi è...
Spiaggia Riserva del Belice
Spiaggia Riserva del Belice
La Spiaggia della Riserva del Belice si trova all'interno della Riserva Naturale Orientata Foce del Fiume Belice, situata a circa 12 chilometri dal comune di Castelvetrano. Al suo interno, si trovano lungo la costa suggestive formazioni dunali che hanno dato vita ad un habitat naturale per diverse spe...
Cala dei Turchi
Cala dei Turchi
Cala dei Turchi di Campobello di Mazara è facilmente raggiungibile tramite la strada costiera che da Mazara del Vallo va verso Torretta di Capo Granitola, ove bisogna fermarsi poco prima della torre di avvistamento. Si tratta di una spiaggia di sabbia e roccia, incastrata pittorescamente in una...
Ricerca: Hotel Residence B&B

Cerca per provincia
Hotel nella provincia di Agrigento Hotel nella provincia di Caltanissetta Hotel nella provincia di Catania Hotel nella provincia di Enna Hotel nella provincia di Messina Hotel nella provincia di Palermo Hotel nella provincia di Ragusa Hotel nella provincia di Siracusa Hotel nella provincia di Trapani
Hotel con Piscina Marina di Ragusa
Due piscine per immergersi in un'atmosfera serena e rilassata. Scopri le offerte.
Residence sul mare a Messina
Prenota almeno 4 notti a partire dal 21 aprile, in un bilocale al costo di una singola: 36 euro a notte per 2 persone.
Hotel Valderice. Tutto incluso!!
Speciale Maggio. Offerte tutto incluso a partire da 45 €. Scopri l'offerta. Visita il sito!!
Hotel sul mare a Mondello
Una villa liberty, a pochi passi dal mare ed a pochi minuti di macchina dal centro città.

Resort Modica. Hotel Ragusa.
Primavera al Parco Archeologico di Cava Ispica. Scopri i dettagli dell'offerta.
Agriturismo a Palermo
Camere sono fornite di servizi con doccia e aria climatizzata regolabile.Visita il sito e scopri i dettagli.
Offerta Hotel Messina

Una Terrazza Privata con Vista sulla Baia di Canneto.

Monolocali da 60 €/giorno. 


Speciale Residence Sciacca
Vi offriamo 1 settimana per 2 persone con sistemazione residence a 280,00 €.
Hotel a Palermo. Scopri l'offerta!
Speciale Primavera!
Soggiorni minimo 7 notti, tariffa in pensione completa: € 65,00 per notte, per persona.

SOCIAL

Tel. +39 348 4424285
info@ecocasavacanze.it

    
Eco Casa Vacanze - Partita IVA: 02436410845 - © 2019 Tutti i diritti sono riservati
Powered by Noto Design