Per ricevere ulteriori informazioni vi preghiamo di compilare il modulo qui sotto oppure di scrivere direttamente a info@ecocasavacanze.it.

*I campi indicati con l'asterisco sono obbligatori.



HOME PAGE>COSE DA VEDERE IN SICILIA>RAGUSA>RAGUSA

La Città di Ragusa

Ragusa
Ragusa è forse spesso dimenticata dai turisti che viaggiano attraverso il sud della Sicilia, ma coloro che decidono di fermarsi in questa parte della Val di Noto, insieme alla città dichiarata sito UNESCO dell'Umanità sin dal 2002, sono accolti da una grande cultura: antiche chiese, storiche opere d'arte, vicoli pittoreschi ed una pletora d'architettura barocca, come poche altre in Italia. Vediamo quali sono le maggiori attrazioni della città, situate soprattutto nei due quartieri storici di Ragusa Superiore e Ragusa Ibla, due distinte zone urbane nate (la prima) e ricostruite (la seconda) all'indomani del terremoto del 1693.
Ragusa superiore
La cattedrale di Ragusa Superiore, dedicata a San Giovanni Battista, venne costruita interamente nuova alla fine del XVIII secolo nel nuovo quartiere edificato in cima alla collina dominante la vecchia Ragusa. La sua costruzione ebbe inizio nel 1694 e finì molto tempo dopo, nel 1777. In precedenza, in una zona ad ovest dell'antico abitato di Ragusa, già esisteva una chiesa dedicata a San Giovanni, del 1308, non ci sono tuttavia delle notizie certe della sua esatta collocazione. Probabilmente si trattava di un edificio molto grande e ben decorato, veniva infatti spesso citato per la sua bellezza insieme all'antica chiesa di San Giorgio. L'attuale struttura si presente con uno stile architettonico tardo-barocco, il cui progetto venne probabilmente affidato a Giuseppe Recupero e Giovanni Arcidiacono, provenienti da Acireale. Della chiesa si ammirano in particolare la facciata, formata da cinque sezioni di maestose colonne poste su basamenti, il portale centrale con sopra un timpano ornato da statue, gli orologi solari del Settecento e il campanile, sempre del Settecento. L'interno, a tre navate suddivise da numerose colonne e da un soffitto a volte decorato da stucchi in stile rococò, si caratterizza per ospitare un bel dipinto della Natività, un organo, diverse statue dell'Ottocento ed un altare a baldacchino in velluto e oro.
La Ragusa barocca è visibile anche negli antichi palazzi e nelle ville del Settecento e dell'Ottocento della città. Attenzione particolare merita il Palazzo Cosentini, edificato nel XVIII secolo e caratterizzato da eleganti balconi decorati scolpiti con personaggi e figure del mondo allegorico e fantastico. Il Palazzo Bertini, ugualmente, si ripropone in stile barocco e si ammira in particolare per i tre mascheroni presenti nelle volte delle finestre, tre grandi teste che raffigurano probabilmente tre personaggi della vita quotidiana del periodo barocco: un mendicante, un mercante ed un nobile. A questi si affiancano altri importanti palazzi d'epoca, e cioè il Palazzo Zacco, tra i più belli si Ragusa Superiore, il Palazzo Schininà di Sant'Elia, il Palazzo Sortino-Trono, il Palazzo Nicastro, il Palazzo Battaglia, il Palazzo La Rocca, e soprattutto l'edificio che servì da Circolo di Conservazione dell'aristocrazia ragusana e conosciuto anche come Caffè dei Cavalieri, costruito nel 1810 in un bel stile neoclassico.
Ragusa Ibla
Della Chiesa di Santa Maria dell'Itria colpisce immediatamente la splendida cupola colorata e le sue antiche origini. La si incontra salendo la scalinata della Salita Commendatore, ma la si riconosce da molto lontano, dalla campagna circostante. Probabilmente venne costruita inizialmente nel XV o nel XVI secolo e venne inizialmente dedicata a San Giuliano, per poi venire ricostruita, mezzo secolo prima del spaventoso terremoto, dai Cavalieri dell'Ordine di Malta per servire il priorato dell'Ordine Gerosolimitano di Malta (da Gerusalemme). Il terremoto non causo dei gravi danni alla struttura, tanto che fu solo parzialmente ricostruita nel 1739. Si ammiri in particolare la facciata centrale, costruita su quattro semi-pilastri adornati da capitelli con sculture, il portone centrale, con due semi-pilastri ed una cornice riccamente decorata, e l'arco che la sormonta, nel quale è ancora visibile la croce dell'ordine cavalleresco. A risaltare è tuttavia il bel campanile con la sua piccola cupola ottagonale circondata da una balaustra circolare. La cupola è in particolare arricchita da maioliche colorate e decorate a formare disegni di vasi e fiori dai tipici colori della Sicilia. Una volta entrati nella chiesa, si notino la struttura a tre navate divise da colonne corinzie, l'abside in pietra e con colonne scolpite e dipinte, gli affreschi e gli altari delle due navate laterali, in un ricco stile barocco.

Durante il periodo bizantino in Sicilia, Ragusa venne cinta da mura, divenendo parte del fortificato Castello di Ragusa (da non confondere con il precedente castello di Donnafugata). Le mura vennero poi ampliate dai Normanni e oggi si possono ammirare alcuni dei resti arrivati fino a noi, nell'area accanto a due chiese, quelle del SS Signore Trovato (Ragusa Ibla) e delle SS Anime del Purgatorio (quartiere Archi).
Il Giardino Ibleo è invece un antico giardino di Siracusa, oggi parte dei Giardini Pubblici della città, decorati per metà in stile italiano e per l'altra metà in stile inglese. Nel loro interno sono presenti tre chiese medievali ed una splendida vista sulla valle dell'Irminio.
Il portale di San Giorgio è uno dei simboli della città di Ragusa, unico sopravvissuto al terremoto del 1693 dall'antica e originaria chiesa di San Giorgio. Quest'ultima si trovava infatti in un luogo diverso dall'attuale Duomo e veniva descritta come un grande luogo di culto, di dimensioni notevoli e con un campanile tra i più alti d'Europa (100 metri). Il portale, che oggi tutti hanno la possibilità di ammirare nella omonima via, sempre nella zona di Ragusa Ibla, costituiva probabilmente l'accesso laterale di sinistra della chiesa: uno splendido quattrocentesco arco acuto in pietra di calcaree rosa, in stile gotico-catalano, decorato con intagli raffiguranti San Giorgio a cavallo che uccide il drago. Sopra l'arco, ai lati, è visibile l'aquila aragonese.
L'attuale Duomo di San Giorgio di Ragusa venne costruito tra il 1739 ed il 1775, all'indomani del terremoto del 1693, che distrusse il più antico quartiere della città, il suo nucleo originario. La Ragusa precedente il terremoto ospitava una chiesa dedicata a San Giorgio sin dal XII secolo, periodo nel quale i Normanni riportarono il culto cristiano in una Sicilia precedentemente caratterizzata dal dominio arabo. A sopravvivere il sisma fu solo il grande portale gotico-catalano del Quattrocento. La nuova chiesa venne costruita nello stesso quartiere, sulle fondamenta della chiesa di San Nicola, e venne progettato da un architetto proveniente dalla vicina città di Noto, Rosario Gagliardi. L'attuale struttura si caratterizza l'elegante stile barocco, per la grande cupola (aggiunta nel 1820 e di stile neoclassico) e la splendida facciata. Nel complesso viene considerato come uno dei migliori esempi di Barocco Siciliano in Italia. L'interno, diviso in tre navate da pilastri in pietra, è ricco di importanti opere pittoriche appartenenti tra gli altri a Dario Querci, Francesco Manno, G. Tresca e L. Svirech. I simulacri delle porte laterali vengono portati in processione durante la Festa di San Giorgio.

Mappa interattiva


Strutture nei dintorni
b and b
hotel
residence
Trova nei dintorni
discoteche
ristoranti
Svuota markers Reset mappa
Ti potrebbero interessare anche: RAGUSA
Spiaggia Maganuco
Spiaggia Maganuco
La Spiaggia Maganuco è situata oltre al golfo di Marina di Modica, in una zona molto popolare e turistica e per questo è spesso affollata. E' raggiungibile dalla strada che da Sampieri va verso Pozzallo, da cui dista poi solo un paio di chilometri. Si tratta di una spiaggia splendida, lu...
Spiaggia Riserva Irminio
Spiaggia Riserva Irminio
La Spiaggia della Riserva Foce dell'Irminio di Scicli è situata circa 4 chilometri ad ovest di Donnalucata, poco oltre la spiaggia della frazione di Plaia Grande e sul medesimo arenile. La spiaggia è l'unica della zona non sovraffollata, non appesantita da infrastrutture e completamente ...
Spiaggia Costa di Carro di Scicli
Spiaggia Costa di Carro di Scicli
La Spiaggia Costa di Carro di Scicli, situata prima della borgata di Sampieri, è un tratto di costa integro e molto suggestivo. Si tratta di una spiaggia sabbiosa bagnata da un mare bellissimo, azzurro e trasparente, oltre la quale si sviluppa una stretta fascia costiera lunga circa 4 chilometr...
Spiaggia Sampieri di Scicli
Spiaggia Sampieri di Scicli
La Spiaggia Sampieri di Scicli è situata a ridosso della località balneare omonima, bagnata dal mare per circa 20 chilometri ma che non presenta tratti di spiagge selvagge ed incontaminate. Eccezion fatta per questa bella spiaggia, il cui litorale inizia un pò dopo Marina di Modic...
Spiaggia Santa Maria
Spiaggia Santa Maria
La Spiaggia Santa Maria di Focallo di Ispica, situata a circa 9 chilometri da Ispica, è la spiaggia della rinomata località balneare omonima. Tra turisti e cittadini ispicesi, si popola soprattutto d'estate ed è orlata da una striscia di vegetazione spontanea protetta, composta pr...
Portale di San Giorgio
Portale di San Giorgio
Il Portale di San Giorgio, è il monumento simbolo della città di Ragusa, fu edificato in stile gotico-catalano nella seconda metà del XIV secolo.
Valle dell'Irminio
Valle dell'Irminio
Lembo estremo della Sicilia sud orientale allargandosi verso il Mediterraneo. E’ questo un luogo che conserva intatta un’atmosfera ancestrale, un luogo dove ogni espressione della natura è poderosa, a tratti estrema, ma sempre generosa di vita, traboccante di colori e di profumi....
Giardino Ibleo
Giardino Ibleo
Il Giardino Ibleo è il più antico dei quattro giardini principali di Ragusa. La villa di Ragusa Ibla fu costruita nel 1858 per iniziativa di alcuni nobili locali e di buona parte del popolo che lavorò gratuitamente per la realizzazione dell'opera. Sorge su uno sperone di rocci...
Santissimo SignoreTrovato
Santissimo SignoreTrovato
Proprio all'ingresso di Ibla, dal lato orientale della Panoramica del Parco, la chiesa del Santissimo (o del Signore) Trovato forse tra le più recenti della città storica essendo sorta fra il 1801 ed il 1807 per contribuzione spontanea della popolazione lieta perchè era stata ritr...
Ricerca: Hotel Residence B&B

Cerca per provincia
Hotel nella provincia di Agrigento Hotel nella provincia di Caltanissetta Hotel nella provincia di Catania Hotel nella provincia di Enna Hotel nella provincia di Messina Hotel nella provincia di Palermo Hotel nella provincia di Ragusa Hotel nella provincia di Siracusa Hotel nella provincia di Trapani
Hotel con Piscina Marina di Ragusa
Due piscine per immergersi in un'atmosfera serena e rilassata. Scopri le offerte.
Hotel sul mare a Mondello
Una villa liberty, a pochi passi dal mare ed a pochi minuti di macchina dal centro città.
Resort Modica. Hotel Ragusa.
Primavera al Parco Archeologico di Cava Ispica. Scopri i dettagli dell'offerta.

Speciale Residence Sciacca
Vi offriamo 1 settimana per 2 persone con sistemazione residence a 280,00 €.
Offerta Hotel Messina

Una Terrazza Privata con Vista sulla Baia di Canneto.

Monolocali da 60 €/giorno. 


Hotel Valderice. Tutto incluso!!
Speciale Maggio. Offerte tutto incluso a partire da 45 €. Scopri l'offerta. Visita il sito!!
Agriturismo a Palermo
Camere sono fornite di servizi con doccia e aria climatizzata regolabile.Visita il sito e scopri i dettagli.
Hotel a Palermo. Scopri l'offerta!
Speciale Primavera!
Soggiorni minimo 7 notti, tariffa in pensione completa: € 65,00 per notte, per persona.
Residence sul mare a Messina
Prenota almeno 4 notti a partire dal 21 aprile, in un bilocale al costo di una singola: 36 euro a notte per 2 persone.

SOCIAL

Tel. +39 348 4424285
info@ecocasavacanze.it

    
Eco Casa Vacanze - Partita IVA: 02436410845 - © 2020 Tutti i diritti sono riservati
Powered by Noto Design