Per ricevere ulteriori informazioni vi preghiamo di compilare il modulo qui sotto oppure di scrivere direttamente a info@ecocasavacanze.it.

*I campi indicati con l'asterisco sono obbligatori.



HOME PAGE>COSE DA VEDERE IN SICILIA>ENNA>DUOMO DI ENNA

Duomo di Enna

Duomo di Enna

Il Duomo sorge nel centro storico della città, e si affaccia su Piazza Mazzini, della quale occupa interamente la fiancata nord.

La chiesa, intestata alla compatrona della città, è stata eretta sulle rovine del Tempio di Proserpina, nel 1307, per ordine di Eleonora d'Angiò, moglie di Federico III d'Aragona e fervente devota della Madonna, per la nascita di Pietro, loro figlio. Costruita in pure forme gotiche, nel 1446 un grave incendio la distrusse tutta tranne un'abside e una parte del fianco destro. Così Papa Eugenio IV indisse un Giubileo della durata di 7 anni per raccogliere i fondi necessari alla ricostruzione dell'importante edificio di culto. A causa dell'insufficienza di denaro raccolto il re Alfonso d'Aragona vendette varie terre, e con il ricavato riuscì a ricostruire la chiesa nel XVI secolo. Nei secoli successivi la cattedrale subì un crollo nel colonnato della navata centrale, altra occasione questa per rinnovare stilisticamente l'edificio, con l'intervento del Gagini, famoso maestro rinascimentale. La torre campanaria, inizialmente di faraoniche dimensioni, cedette nel Seicento e fu così di nuovo innalzata, slanciata e maestosa.

Descrizione

Esterno

Il Duomo di Enna appare dall'esterno come una grande chiesa a pianta di croce latina, con una facciata principale cui si accede da un'ampia gradinata, sormontata dall'imperiosa torre campanaria, quest'ultima su due alti livelli di forma quadrangolare, risalenti a fine Seicento, impreziositi da cornicioni e rilievi, con una enorme campana, grande come quella del Duomo di Catania.

La facciata del Duomo è stata realizzata seguendo canoni di dimensioni anomali rispetto alle tendenze dell'epoca: da una lunga scalinata si raggiunge un portico a tre portali, cinti da 6 colonne, mentre sopra la base si sviluppano altri due livelli della torre campanaria, con due finestre a tutto sesto ricche di fregi, decorazioni, volti umani, lesene e colonne in ordine dorico e corinzio.

Oltre al portico della facciata centrale notevole è la Porta del Giubileo, oggi murata, sul fianco destro, che rappresenta un ottimo esemplare di gotico siciliano, con 6 colonne a capitelli decorati e un arco sovrastato dalla statua della Madonna con Gesù Bambino corniciata da un arco a tutto sesto e fregi a zig-zag che si alternano a motivi di foglie.

Altra porta laterale è la Porta Sottana, che data 1447, recante due coppie di colonne corinzie sormontate da un timpano di coronamento e un bassorilievo marmoreo tardo-rinascimentale raffigurante San Martino che divide il suo mantello coi poveri.

Interno

L'interno del Duomo, a tre navate con colonnati in basalto nero le cui basi e i capitelli sono stati forgiati dal Gagini con figure mostruose, presenta un vasto soffitto ligneo a cassettoni, intagliato riccamente, sia nelle tre navate quanto nel transetto. Da notare sono:

    La cappella centrale dell'abside, con un'opera di stucco tra le più pompose nella volta, a cura del bolognese Pietro Rosso, che a sua volta conserva:

-Cinque pale in olio su tela, con sfarzosi stucchi attribuiti a Filippo Paladini, realizzate tra il 1612 e il 1613;
-Il coro ligneo, in noce, opera scolpita a fine Cinquecento con pannelli raffiguranti scene bibliche;
Un paliotto d'argentocesellato e sbalzato da un artista palermitano.

    Le cappelle laterali, una del SS. Sacramento, nelle pure forme gotico-catalane, uno dei più pregevoli esempi di arte gotica in Sicilia, l'altra della Vergine della Visitazione, stuccata e con un bellissimo lavoro in marmo policromo, che custodisce una statua quattrocentesca uscita in processione durante la Festa della Madonna.

    Il Transetto, con due grandi medaglioni di stucco in cui sono inserite due tele del pittore napoletano Giovanni Piccinelli.

    Il battistero, stuccato nel Settecento.

    La navata centrale, che custodisce:
    -Il palco della cantoria, con preziosi intarsi lignei;
    -Il palco dell'organo, di fronte al precedente, con splendide nicchie lignee contenenti icone di santi;
    -Il pulpito, in stile classico-rinascimentale;-Il soffitto ligneo a cassettoni, uno dei più belli della regione.

    Molti i dipinti preziosi; tra questi, si citano:

-una Madonna col bambino della Pugliatti;
-Le cinque pale di Filippo Paladini, allievo del grande Caravaggio;
-Cinque tele del famoso pittore fiammingo Guglielmo Borremans (Madonna del Pilar, Il battesimo di Cristo, San Martino di Tours, Il sonno di Costantino e Sant'Agata con San Lucia).

    La sacrestia, restaurata nel 2006, è ricca di opere, alcune delle quali dislocate nell'antisacrestia:

-Il magnifico casserizio ligneo in noce, enorme mobile scolpito, di notevole mole e grande validità artistica, raffigurante scene di vita di Gesù;
-Il lavamano marmoreo bianco del 1648;
-Gli stucchi in cui sono inserite tele di Pietro Novelli;
-Non ultimo, il meraviglioso pavimento in maiolica policroma, fresco di restauro, pregevolmente pitturato con scene sacre.

Bibliografia

    Emanuela Garofalo, La rinascita cinquecentesca del duomo di Enna, Edizioni Caracol, Palermo 2007.

Mappa interattiva


Trova nei dintorni
discoteche
ristoranti
Svuota markers Reset mappa
Ti potrebbero interessare anche: ENNA
Barrafranca
Barrafranca
Barrafranca è un comune italiano di 13.084 abitanti della provincia di Enna in Sicilia. Barrafranca dista 39 chilometri da Enna, 25 km da Piazza Armerina,10 km da Pietraperzia, e 11 km da Mazzarino. È situata su un territorio collinare a Sud-Ovest del capoluogo, sul versante sud-ove...
Museo Musical Art 3 M
Museo Musical Art 3 M
Il Museo Musical Art 3M, sito ad Enna in via Roma 533, è un museo multimediale. Consente al visitatore di ammirare le opere dei più importanti pittori siciliani o che in Sicilia hanno operato durante la loro attività artistica attraverso una mostra virtuale, con accompagnamento...
Villa del Casale
Villa del Casale
La villa del Casale è una villa tardo-romana i cui resti sono situati nell'immediata periferia di Piazza Armerina (EN), in Sicilia. Dal 1997 fa parte dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Nei famosi mosaici della villa lavorarono maestranze africane (e forse anche romane, come testi...
Museo Archeologico Regionale
Museo Archeologico Regionale
Il Museo Archeologico Regionale di Enna è stato istituito nell'ultimo ventennio ad Enna dalla Regione Siciliana per esporre i reperti portati alla luce negli scavi che la Sovrintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Enna ha condotto principalmente nel 1979 in numerosi siti archeologici dell...
Museo Alessi
Museo Alessi
Il Museo Alessi di Enna espone le più importanti collezioni artistiche post-classiche della Sicilia centrale. Prese il nome dal canonico Giuseppe della famiglia Alessi.   Il Museo espone il Tesoro del Duomo, una ricchissima collezione di numerosi pezzi d'oreficeria siciliana dal ...
Selva Pergusina
Selva Pergusina
Si trova a pochi chilometri dal capoluogo, ha una superficie di 135 ettari e venne rimboschita nel 1937 dall'allora Comando Centuria della Milizia Forestale con piante di pino, eucaliptus, cipresso, frassino, olmo, acero e robinia. Oggi, al suo interno, in appositi recinti, ospita esemplari di fauna a...
Chiesa di San Michele
Chiesa di San Michele
È un tipico esempio di stile coloniale spagnolo. Sorge in Piazza Mazzini,di fronte al Duomo,secondo la tradizione sul luogo in cui gli Arabi,appena impadronitisi di Enna nell'859,costruirono la prima moschea,rievocata,si dice,dalla pianta quasi circolare,diffusa in effetti nelle Chiese di Ordin...
Santuario Papardura Superiore
Santuario Papardura Superiore
Da secoli la Deputazione dei Massari, o Procuratori, ha la cura del tempio intitolato al "Crocifisso Abbandonato" e delle solennità liturgiche e ritualità tradizionali svolte in suo onore, e provvede a mantenere vivi gli aspetti devozionali più caratteristici e a salvagu...
Porta di Janniscuru
Porta di Janniscuru
La Porta di Janniscuru è l'ultima porta monumentale rimasta a difesa della città di Enna, delle 6 originariamente arroccate sulle pendici del Monte, erette per tutelare gli ingressi dell'antica città medievale di Castrogiovanni in tempo di assedio. Le porte originarie svolgevan...
Ricerca: Hotel Residence B&B

Cerca per provincia
Hotel nella provincia di Agrigento Hotel nella provincia di Caltanissetta Hotel nella provincia di Catania Hotel nella provincia di Enna Hotel nella provincia di Messina Hotel nella provincia di Palermo Hotel nella provincia di Ragusa Hotel nella provincia di Siracusa Hotel nella provincia di Trapani
Hotel Valderice. Tutto incluso!!
Speciale Maggio. Offerte tutto incluso a partire da 45 €. Scopri l'offerta. Visita il sito!!
Agriturismo a Palermo
Camere sono fornite di servizi con doccia e aria climatizzata regolabile.Visita il sito e scopri i dettagli.
Hotel con Piscina Marina di Ragusa
Due piscine per immergersi in un'atmosfera serena e rilassata. Scopri le offerte.
Hotel sul mare a Mondello
Una villa liberty, a pochi passi dal mare ed a pochi minuti di macchina dal centro città.

Hotel a Palermo. Scopri l'offerta!
Speciale Primavera!
Soggiorni minimo 7 notti, tariffa in pensione completa: € 65,00 per notte, per persona.
Residence sul mare a Messina
Prenota almeno 4 notti a partire dal 21 aprile, in un bilocale al costo di una singola: 36 euro a notte per 2 persone.
Speciale Residence Sciacca
Vi offriamo 1 settimana per 2 persone con sistemazione residence a 280,00 €.
Offerta Hotel Messina

Una Terrazza Privata con Vista sulla Baia di Canneto.

Monolocali da 60 €/giorno. 


Resort Modica. Hotel Ragusa.
Primavera al Parco Archeologico di Cava Ispica. Scopri i dettagli dell'offerta.

SOCIAL

Tel. +39 348 4424285
info@ecocasavacanze.it

    
Eco Casa Vacanze - Partita IVA: 02436410845 - © 2019 Tutti i diritti sono riservati
Powered by Noto Design