Per ricevere ulteriori informazioni vi preghiamo di compilare il modulo qui sotto oppure di scrivere direttamente a info@ecocasavacanze.it.

*I campi indicati con l'asterisco sono obbligatori.



HOME PAGE>COSE DA VEDERE IN SICILIA>CALTANISSETTA>I CASTELLI DEL NISSENO 2

I Castelli del Nisseno 2

Il castello di Delia e il Castello di Pietrarossa di Caltanissetta
I Castelli del Nisseno 2
Su un colle di roccia calcarea si erge il castello di Delia, che domina la vallata del torrente Delia. Il castello, detto “castellaccio”, è una fortezza di origine araba, ma ha acquistato la sua forma attuale sotto il dominio degli aragonesi. Fu teatro di avvenimenti storici decisivi per la Sicilia, legati alla guerra del Vespro.
In seguito il castello perse in seguito la sua funzione strategica e militare, divenendo dimora dei signori di Delia. Oggi è proprietà del Comune ed è visitabile.
Proseguiamo il tour dei castelli nisseni con il capoluogo, che ospita i resti dell’imponente castello di Pietrarossa, situato in origine al centro dei primi insediamenti abitativi e poi, nel corso del tempo, rimasto all’esterno delle mura cittadine. Il suo nome deriverebbe dal colore caratteristico dei mattoni di pietra con i quali furono rivestite le tre torri , edificate da abilissimi archi tetti dell’epoca su tre guglie di roccia calcarea che dominavano la vallata circostante.
La sua posizione fu, come sempre, preda ambita per i Normanni , che vi si stabilirono dopo aver sconfitto gli Arabi.
Il castello raggiunse il suo massimo splendore sotto il dominio degli Aragonesi, in quanto divenne sede di tre Parlamenti generali siciliani, nel primo dei quali (1295) i baroni proclamarono Federico II d’Aragona re di Sicilia.
Nel XV secolo il castello divenne proprietà dei Moncada, signori di Caltanissetta e nel 1567 un violento terremoto distrusse gran parte dell’imponente edificio.
Oggi il castello è di proprietà demaniale ed ha subito alcuni lavori di restauro delle due torri (unico reperto rimasto), ma non è visitabile poiché non è messo in sicurezza e la struttura non è accessibile anche a causa delle notevoli mutazioni inferte dal terremoto di cinque secoli fa.
Caltanissetta è una bella cittadina che offre al turista diversi luoghi di interesse nel suo centro storico. Proprio attigua al castello di Pietrarossa sorge ad esempio la chiesa di S. Maria degli Angeli costruita in epoca Normanna. Il luogo più rappresentativo della città è sicuramente Piazza Garibaldi, nel cuore della città dove insistono la Cattedrale seicentesca, la chiesa di San Sebastiano cinquecentesca e la fontana del tritone realizzata nel 1890. Ricordiamo inoltre la chiese di Sant’Agata al Collegio, di S. Domenico, di S. Giovanni e fra le architetture civili il palazzo del Carmine (sede del municipio) e Palazzo Moncada.
I castelli di Mussomeli e Resuttano
Il castello di Mussomeli sorge su una roccia calcarea a circa 80 metri d’altezza sulla piana circostante.
Costruito da Manfredi III Chiaramonte nel 1370, fu teatro di congiure e tragedie. Ebbe una lunga serie di proprietari fino al XVII secolo quando poi fu abbandonato. Nel 1910 i nuovi proprietari , Pietro Lanza di Branciforte, principe di Trabia e Butera, e Francesco Lanza, principe di Scalea, incaricarono l’architetto Ernesto Armò di procedere ad un restauro della struttura.
Oggi il castello, nuovamente ristrutturato, è di proprietà della Regione siciliana ed è visitabile.
Mussomeli, oltre al castello, possiede anche uno dei più antichi e meglio conservati centri storici della Sicilia.
Al margine più esterno della provincia nissena sorge isolato il castello di Resuttano, raggiungibile da Caltanissetta attraverso l’autostrada A 19 Palermo-Catania.
Il castello, di origine araba (come rivela il suo nome, Rahalsuptanum, casale armato e difeso), è collocato dove si riunivano le più importanti vie di comunicazione della Sicilia musulmana, che risultava divisa nei tre settori : Val di Mazara, Val Demone e Val di Noto.
Qui fu stilato il famoso testamento di Federico II d’Aragona che vi soggiornò nel 1326. Federico II, colpito da un malore, nominava come suo successore al trono, il figlio Pietro. Nel XVII secolo, durante la dominazione spagnola, divenne di proprietà del nobile palermitano Giuseppe Di Napoli che ricevette il ti tolo di principe di Resuttano, e nel 1625 fondò il paese, che prese il nome proprio dal vecchio castello.

Mappa interattiva


Strutture nei dintorni
museo
Luoghi culturali
museo
Divertimento e relax
parchi divertimento
Trova nei dintorni
discoteche
ristoranti
Svuota markers Reset mappa
Ti potrebbero interessare anche: CALTANISSETTA
Museo della Settimana Santa
Museo della Settimana Santa
Il museo raccoglie le cosiddette Vare, o Misteri, i 16 gruppi statuari tardoottocenteschi in cartapesta, a grandezza naturale, che riproducono i momenti della Passione di Cristo e che il Giovedì Santo sfilano nella più imponente delle processioni della Settimana Santa nissena. ...
Museo diocesano
Museo diocesano
Il Museo Diocesano del Seminario Vescovile di Caltanissetta, fondato nel 1983 per iniziativa di mons. Giovanni Speciale e a lui intitolato, ha sede nel piano terra del Seminario Vescovile ed è diretto da don Alfonso Incardona. Il museo ospita circa cinquecento oggetti tra dipinti, tessuti,...
Museo mineralogico
Museo mineralogico
Parco letterario Regalpetra
Parco letterario Regalpetra
Sicilia: il mondo minerario con le sue zolfatare e quello contadino, fatto di masserie e borghi nel cuore di una terra arida e assolata. Riviverne le suggestioni e assaporare i paesaggi che fecero da teatro e sfondo alle pagine del grande scrittore de "Il giorno della civetta" è l'obi...
Mulino Salvati
Mulino Salvati
Il Mulino Salvati a Caltanissetta è un monumento di archeologia industriale, oggi alterato nella struttura architettonica, posto all'inizio della salita che porta al III convento dei Frati Cappuccini con l'attigua chiesa di San Michele. Il mulino e pastificio fu realizzato nel 1866, dai fr...
Miniera di Trabonella
Miniera di Trabonella
La zolfara Trabonella è una delle tante miniere che tra la fine dell'800 e l'inizio del 900 erano in attività nella provincia di Caltanissetta. Questa miniera è  testimone di periodi di floridezza e di altri di tragico lutto. Nel 1867 infatti, per uno scoppio di gas all'inter...
Museo Regionale Caltanissetta
Museo Regionale Caltanissetta
Orari ingresso : Tutti i giorni 9,00-13,00 e 15,30-19,00, ultimo Lunedì del mese chiuso Biglietto singolo intero :  4,00 € Biglietto singolo ridotto:  2,00 € Biglietto unico cumulativo:  Unico cumulativo Note: Biglietto per l'ingresso residenti nella provincia: 1,00...
Corso Umberto I
Corso Umberto I
Corso Umberto I è una via di Caltanissetta lunga 900 m con direzione nord-sud che "taglia" verticalmente il centro storico della città e insieme con il perpendicolare Corso Vittorio Emanuele lo divide in quattro quartieri. La strada ha origine a nord in Piazza Luigi Capuana,...
Corso Vittorio Emanuele
Corso Vittorio Emanuele
Corso Vittorio Emanuele è una via di Caltanissetta che fa parte dell'asse est-ovest corrispondente al percorso urbano della SS 122. Nasce da Viale Conte Testasecca all'incrocio con la Via Cavour e, con i suoi 550 mt di lunghezza, attraversa il cuore del centro storico della città, arriva...
Ricerca: Hotel Residence B&B

Cerca per provincia
Hotel nella provincia di Agrigento Hotel nella provincia di Caltanissetta Hotel nella provincia di Catania Hotel nella provincia di Enna Hotel nella provincia di Messina Hotel nella provincia di Palermo Hotel nella provincia di Ragusa Hotel nella provincia di Siracusa Hotel nella provincia di Trapani
Hotel con Piscina Marina di Ragusa
Due piscine per immergersi in un'atmosfera serena e rilassata. Scopri le offerte.
Residence sul mare a Messina
Prenota almeno 4 notti a partire dal 21 aprile, in un bilocale al costo di una singola: 36 euro a notte per 2 persone.
Hotel a Palermo. Scopri l'offerta!
Speciale Primavera!
Soggiorni minimo 7 notti, tariffa in pensione completa: € 65,00 per notte, per persona.
Resort Modica. Hotel Ragusa.
Primavera al Parco Archeologico di Cava Ispica. Scopri i dettagli dell'offerta.
Agriturismo a Palermo
Camere sono fornite di servizi con doccia e aria climatizzata regolabile.Visita il sito e scopri i dettagli.
Hotel sul mare a Mondello
Una villa liberty, a pochi passi dal mare ed a pochi minuti di macchina dal centro città.
Hotel Valderice. Tutto incluso!!
Speciale Maggio. Offerte tutto incluso a partire da 45 €. Scopri l'offerta. Visita il sito!!

Speciale Residence Sciacca
Vi offriamo 1 settimana per 2 persone con sistemazione residence a 280,00 €.
Offerta Hotel Messina

Una Terrazza Privata con Vista sulla Baia di Canneto.

Monolocali da 60 €/giorno. 



SOCIAL

Tel. +39 348 4424285
info@ecocasavacanze.it

    
Eco Casa Vacanze - Partita IVA: 02436410845 - © 2020 Tutti i diritti sono riservati
Powered by Noto Design